Certificazioni di qualità: la policy aziendale

Intervista con Davide Masi, Ufficio qualità. 

Un’organizzazione interna efficace ed una gestione efficiente dei processi sono requisiti necessari per distinguersi in un contesto competitivo maturo e sempre più selettivo, per offrire prodotti e servizi di qualità e un ambiente di lavoro sicuro per tutti i dipendenti. Per questo, una persona del nostro team è interamente dedicata al coordinamento e alla gestione del sistema di certificazioni di qualità.

È Davide Masi, incaricato del controllo del materiale e responsabile della segnalazione di eventuali non conformità dei prodotti. È lui che raccoglie le certificazioni del materiale, interagendo con i clienti per gestire ogni richiesta ed ogni esigenza relativa ai certificati di qualità dei prodotti.

Abbiamo chiesto a Davide di raccontarci, in una breve intervista, alcuni dettagli del lavoro dell’ufficio qualità di Morandi Steel e di svelarci le ultime novità e i progetti aziendali in corso di sviluppo in questo ambito.

 

Davide, quali sono e in cosa consistono le certificazioni di cui attualmente dispone Morandi Steel?

Le due certificazioni che Morandi ha attualmente sono la UNI EN ISO 9001:2015 e la EN 1090-1:2009/A1:2011.

La Certificazione UNI EN ISO 9001:2015

La prima è un Sistema di Gestione della qualità per la commercializzazione di Tubi Strutturali in Acciaio al Carbonio. Per sistema intendo dire che è l’insieme di tante attività: il continuo controllo sulla merce in entrata e in uscita, la gestione della non conformità e la definizione di obiettivi e skill di tutte le risorse. È il motivo per il quale spesso scendo in magazzino, spesso “riprendo” i colleghi e spesso mi troverete al telefono con i clienti: ma è il mio lavoro! Mi piace!

Inoltre, grazie alla 9001 possiamo emettere su richiesta i certificati 3.1 del materiale, anche questi ormai fondamentali e richiesti dal 99% dei clienti che acquistano tubo strutturale.

La Certificazione EN 1090-1:2009/A1:2011

La seconda, invece, ci permette di emettere la Dichiarazione di Prestazione e la Marcatura CE per i tubi in acciaio tagliati a misura: questo da quando effettuiamo il taglio sui tubi per impieghi strutturali diretti al mercato delle costruzioni. Ancor più da quando, nel 2019, abbiamo inserito in produzione la macchina per lavorazioni e taglio laser 3D LT 20 JUMBO ADIGE-SYS: i nostri clienti la richiedono ormai sempre più frequentemente!

La Certificazione UNI ISO 45001:2018

Inoltre, ad inizio anno – prima che il COVID-19 rallentasse e rimandasse progetti e processi ordinari – abbiamo iniziato a valutare di conseguire la UNI ISO 45001:2018, relativa al Sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro. Questo ci permetterà di disporre di un sistema integrato Qualità-Sicurezza, unendo la 9001 con la 45001, andando incontro anche alle richieste di alcuni nostri clienti, soprattutto quelli che effettuano commesse particolari.

 

Che tipo di commesse in particolare richiedono questo tipo di certificazione?

In sé, la norma non è ancora obbligatoriamente richiesta in nessuna commessa, ma esserne in possesso permette di ottenere un punteggio migliore nei questionari della qualità che le imprese committenti sottopongono ai fornitori.

Essere in possesso delle UNI ISO 45001 è, poi, anche una questione etica: si tratta di un riconoscimento, attraverso una certificazione elaborata secondo uno standard internazionale, dell’attenzione aziendale alla salute e alla sicurezza, dell’impegno a predisporre e gestire un luogo di lavoro sicuro e salubre, a prevenire infortuni e malattie correlate all’attività professionale. Permette, infine, di sensibilizzare tutti gli stakeholder su questi due importanti temi e di condividere con loro gli sforzi fatti dall’azienda in questo ambito.

 

Che rapporto c’è, invece, tra certificazioni di qualità, innovazione e sviluppo aziendale?

Con l’integrazione dei certificati all’interno del software gestionale, siamo in grado di emettere i certificati 3.1 in forma digitale, apponendo un timbro sul PDF; una scelta fatta sia per un’innovazione paperless dell’azienda, sia per garantire la tracciabilità del materiale, fondamentale per il sistema ISO 9001, ed anche direi obbligatoria se vogliamo rivolgerci a clienti nel campo del tubo strutturale. Grazie a questa siamo infatti in grado di risalire all’esatto momento in cui un tubo è entrato nel nostro magazzino e, a ritroso, a stabilire a quale colata appartiene e a quali trasformazioni e movimentazioni ha subito prima di diventare il prodotto che Morandi Steel sta vendendo al cliente.

 

Il prossimo passo?

La blockchain, sono fiducioso nelle innovazioni che le tecnologie digitali posso apportare al nostro mondo!

 

Grazie Davide, ti lasciamo al tuo lavoro!  

Rispondi